Francesco Niccolini

BARTLEBY LO SCRIVANO
versione teatrale del racconto di Hermann Melville

Edizioni Cuepress
2019

 

Wall Street, più di un secolo fa.
Una giornata qualunque nello studio di un avvocato, gentile e anonimo.
Un giorno viene assunto un nuovo scrivano ed è come se in quell’ufficio fosse entrato un vento che manda all’aria il senso normale delle cose, e della vita. Bartleby si chiama, e fa lo scrivano.
Copia e compila diligentemente le carte che il suo padrone gli passa.
Finché un po’ di sabbia finisce nell’ingranaggio e tutto si blocca: un giorno Bartleby decide di rispondere a qualsiasi richiesta con una frase che è rimasta nella storia: «Avrei preferenza di no».

«Questa versione teatrale è stata scritta per i sei attori che la portano in scena: rispetto al racconto originale ci sono due figure femminili assolutamente inesistenti in Melville. Da anni lavoro con Arca Azzurra e da più di trenta amo i loro spettacoli e la loro fisicità. Conoscerli così bene è stato il modo ideale per costruire per loro e intorno a loro dei personaggi che Giuliana Colzi, Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Massimo Salvianti e Lucia Socci hanno potuto vestire su misura. Mai come in questo caso, alla prima lettura, ho sentito tanto naturale l'incontro tra degli attori e i loro personaggi. Poi c'è Leo Gullotta. Conosciuto al cinema, visto in televisione (poco, perché la televisione non mi interessa), amato nel frequentarlo e nel lavorarci insieme. Lo smarrimento che cercavo per il mio Bartleby ha trovato nel suo corpo, nei suoi occhi, nel suo respiro profondo e disarmato quello che, in questo mistero, mi ha sempre fatto battere il cuore: un comico, struggente, imperscrutabile silenzio.»

Francesco Niccolini

 

Francesco Niccolini attraverso il proprio mestiere di drammaturgo vigila sul malessere dell’umanità. Tra gli artisti con i quali ha un rapporto forte e stabile ci sono Marco Paolini, Luigi D’Elia, Roberto Aldorasi, Alessio Boni e Marcello Prayer, Arca Azzurra Teatro, Emanuele Gamba, Vetrano e Randisi. Ha da poco pubblicato per Mondadori il suo primo romanzo Il lupo e la farfalla.